Il falco è il nostro simbolo in quanto sintesi del nostro sentire
Home page Chi siamo gli Amici Contattaci
 
User
Password
» Iscriviti
» Ricorda Password
 
Dossier
Ambiente e Scienza
Amici di penna
Attualità
Biblioteca
Economia e Finanza
Europa
Fuoco amico
Giustizia
Guzzanti's Corner
La Chiesa e l'Islam
La mia Africa
Le spine di Opunzia
Nel Mondo
Scuola e Università
Società e cultura
Terza Pagina
DE GASPERI SCONOSCIUTO
 
Inserito il 2-5-2005
Scritto numero cinque: l'Internazionale


«Ma non è vero che tutta la razza è la spina dorsale del comunismo»

Gli ebrei domandano al pubblico americano di essere meglio compresi. Trecento rabbi e capi delle comunità ebraiche, raccoltisi 2 settimane fa nel Seminario teologico di Nuova York, hanno deciso di presentare al pubblico americano (...) «un'immagi­ne fedele dell'ebreo americano». Uno dei punti che dovrà venir chia­rito è, secondo i convenuti, la falsa opinione che gli ebrei costituisca­no la spina dorsale del partito comunista. I capi ebraici (...) si sono proposti di smentire questa accusa.

Il giudice Milton M. Wecht dice che il comunismo è proprio l'antitesi del giudaismo che vuole tutto il contrario dell' idea comunista. Nell' articolo di fondo del Jew' s Advocate (15 aprile) "Una lettera al papa", lo scrittore prega Sua Santità «di pubblicare un appello che stringa in alleanza i cattolici, i prote­stanti e gli ebrei per combattere il seme di pericolose ideologie che viene sparso in questi tempi e per unire queste forze contro ogni tirannia da qualunque parte venga».

Questa tendenza degli ebrei orto­dossi di separare la propria responsabilità da quella degli ebrei inseriti nel comunismo è caratteristica per il momento che attraversiamo.

(Illustrazione Vaticana, 15-30 maggio 1938)


Da Libero del 28 aprile 2005