Il falco è il nostro simbolo in quanto sintesi del nostro sentire
Home page Chi siamo gli Amici Contattaci
 
User
Password
» Iscriviti
» Ricorda Password
 
Dossier
Ambiente e Scienza
Amici di penna
Attualità
Biblioteca
Economia e Finanza
Europa
Fuoco amico
Giustizia
Guzzanti's Corner
La Chiesa e l'Islam
La mia Africa
Le spine di Opunzia
Nel Mondo
Scuola e Università
Società e cultura
Terza Pagina
Biblioteca
Commenta l'articolo
Inserito il 12-7-2004  
L’ESPLOSIONE - Storia della disgregazione del PSI
Di Lelio Lagorio


Sono passati dieci anni da quando il PSI decise di sciogliersi. Incerto sulle prospettive, diviso al suo interno, sconfitto nelle ultime prove elettorali, perseguitato dai creditori, col gruppo dirigente devastato dalle inchieste giudiziarie, il partito socialista si suicidò (47° congresso, Roma - 13 novembre 1994).

Con queste parole amare e sofferte Lelio Lagorio ci introduce alla lettura del suo ultimo libro L’ESPLOSIONE - Storia della disgregazione del PSI un titolo emblematico che affronta con lucidità e senza incertezze in poco meno di 200 pagine gli eventi traumatici che hanno condizionato e sconvolto l’ultimo lustro di vita dello storico partito fondato, solo un secolo prima, per la volontà di un uomo e una donna, Filippo Turati e Anna Kulischoff.

Emergono, si può dire esplodono, dalle pagine del libro altre angolazioni sicuramente difformi da quanto fino ad ora è stato espresso sul succedersi degli eventi nella politica italiana ai primi degli anni 90, e che rendono evidenti più punti di crisi nel PSI : non solo quindi i difficili rapporti con una magistratura che il Partito Socialista voleva liberata e non occupata, ma soprattutto Lagorio individua nella rinuncia alla “Grande Riforma” progettata da anni, nella crisi interna rapportata all’animosa cecità degli avversari storici ed a responsabilità internazionali non secondarie, gli agenti scatenanti della disgregazione e fine di un partito che aveva fatto la storia del nostro paese.

Se vogliamo, una lezione di storia da non trascurare e particolarmente puntuale in un momento così delicato della nostra vita politica Lelio Lagorio ha coperto, nei molti anni di militanza nel PSI, sempre ruoli di grande rilievo innovativo nella politica del partito ma soprattutto del paese. Appassionato di storia ha sempre guardato al passato per costruire il futuro, qualità che gli ha permesso di affermarsi e di godere di un prestigio non solo nazionale ma internazionale, indiscusso.

Sindaco di Firenze sul finire degli anni 60, è stato fra i più autorevoli costruttori del regionalismo italiano e ha guidato la Regione Toscana nei suoi primi 8 anni di formazione. Indubbia è la sua opera di riformatore anche quando, avuto l’incarico di Ministro della Difesa, si impegna per portare le FFAA Italiane ad un ruolo moderno,attivo e di prestigio, per meriti, nel consesso internazionale . La sua azione riformatrice prosegue nel Ministero del Turismo e Spettacolo (Governo Craxi ).

La passione per la storia e il giornalismo lo porta alla scrittura si può dire che scrive da sempre e non poche sono le pubblicazioni.
Nei libri possiamo riconoscere due filoni particolarmente felici : i racconti di storie locali legati alla sua Volterra come Ribelli e Briganti, nella Toscana del 900 che sta suscitando anche l’interesse di ambienti cinematografici e sulla sua esperienza diretta di politica nazionale e internazionale come L’ultima sfida: gli euromissili e L’ultima Italia, oggi L’ESPOSIONE - Storia della disgregazione del PSI per le Edizioni Polistampa, un editore fiorentino relativamente giovane che si richiama alla migliore vocazione editoriale di Firenze sia per la scelta dei titoli e degli autori che per lo stile nella cura grafica delle proprie edizioni.

L’ESPLOSIONE è un libro che può prescindere dall’essere interpretato unicamente come una vicenda solo nazionale, il crash del PSI è un evento storico di portata europea e non solo, su cui sarebbe bene che istituzioni e università ne facessero argomento di studio e di ricerca per capire meglio l’evoluzione politica in atto.

L’opera di Lelio Lagorio, puntuale nello svolgersi del suo racconto e delle sue pagine mantenute prive di sbavature dove non c’è scandalo nelle parole ma solo nei fatti tremendi che racconta, può essere un avvio per la concreta ricerca di verità e maturazione politica della nostra repubblica che non è più la prima ma che non è ancora la seconda.

Il 12 luglio alle ore 17 nella sala del Gonfalone del Consiglio Regionale della Toscana “L’esplosione, Storia della disgregazione del PSI” viene presentato al pubblico dagli storici Cosimo Ceccuti e Zeffiro Ciuffoletti con l’introduzione del Presidente Riccardo Nencini e alla presenza dell’autore Lelio Lagorio.

www.leliolagorio.it
www.polistampa.com